Blog

Cani nei locali pubblici: il nuovo disegno di legge

Per coloro come noi che aspettavano di vedere ammessi i propri cani nei locali pubblici senza troppi problemi, finalmente arriva una buona nuova!

Infatti, è proprio di questi giorni la notizia che è in lavorazione un disegno di legge che cambierà il codice civile in senso più favorevole ai nostri amici a quattro zampe.

Quale sarà la novità più significativa?

I cani potranno entrare anche in chiesa, a ristorante, nelle scuole e in tutti i luoghi pubblici, così come saranno ammessi anche i gatti domestici.

Ricordate la storia della nostra povera Mia, che ha rischiato di essere allontanata da un ristorante di Miami?

Se questo disegno di legge dovesse proseguire il suo iter, non ci saranno più simili episodi in Italia!

La legge sui cani potrebbe cambiare e non sarà più una mission impossible portare con sé i cani al ristorante e in tante altre strutture.

Si tratta di una legge che arriva in ritardo, ma, come si dice, meglio tardi che mai!

Sono stati tanti gli esercizi commerciali e i locali pubblici che, ormai da anni, avevano iniziato ad ammettere i cani nelle proprie strutture, a prescindere dal disposto normativo.

Un esempio, sono le catene di supermercati che hanno messo a disposizione particolari tipi di carrello per dare la possibilità ai proprietari di portare il proprio cane con sé anche a fare la spesa.

Una volta, i miei genitori ci hanno portato Birba e hanno ammesso che è stata la spesa più buffa che abbiano mai fatto!

Io stessa ricordo che, già 20 anni fa, il parroco della chiesa che frequentavo diceva messa in presenza di alcuni cani del quartiere, che entravano durante la celebrazione, magari per trovare un po’ di riparo dal freddo. 

Lui li accoglieva senza batter ciglio e, anzi, molto spesso era proprio ispirandosi a loro e alla loro purezza d’animo che teneva i suoi sermoni più belli.

E noi bambini lo adoravamo per questo: lui sì che aveva saputo anticipare i tempi!

Tornando a noi, però, cosa cambierà grazie a questo disegno di legge?

Il disegno di legge pro Fido

Il ddl porta la firma di due parlamentari del PD, Patrizia Prestipino e Stefania Pezzopane, da sempre impegnate nella difesa degli animali.

Lo scopo di questa novità normativa è riconoscere e tutelare non solo il diritto alla vita e alla salute degli animali, ma anche quello di dar loro un’esistenza dignitosa.

Quest’ultima, in particolare, viene assicurata vietando di allontanare coattivamente l’animale dalla propria famiglia, come oggi accade fin troppo spesso a causa delle restrizioni e dei divieti imposti in molti luoghi.

La legge introdurrebbe il nuovo Libro XIV bis al Codice Civile, intitolato “Degli animali”, nel quale sarà contenuta la disciplina relativa all’accesso di cani e gatti ai locali pubblici o privati aperti al pubblico, ai mezzi di trasporto, nonché in uffici pubblici, scuole e luoghi di culto.

Ovviamente, i cani andranno tenuti al guinzaglio con museruola a portata di mano, così da utilizzarla in caso di richiesta del responsabile del locale o del servizio.

In particolare, il passaggio che ci ha colpito di più per la sua portata innovativa sta nel riconoscimento dell’animale come essere senziente, per cui non è il padrone ad avere il diritto di portare con sé il proprio cane o gatto, ma è l’animale a vedersi riconosciuto il diritto di andare con lui.

Inoltre, la norma non si limita solo all’accesso degli animali nei luoghi pubblici, ma disciplina anche la materia di separazione, divorzio o morte dei padroni e della pensione per i cani poliziotto.

Se il disegno di legge dovesse passare, si tratterebbe di una vera e propria svolta per la vita dei nostri amici a quattro zampe!

zooplus.it

Lascia un commento