Blog

Zampa rotta cane: come riconoscerla e agire

Anche gli animali, proprio come noi umani, sono soggetti a fratture delle ossa che, se non curate correttamente, possono provocare danni irreparabili. Riconoscere la zampa rotta cane non è sempre facile, anche perché il suo zoppicare non è un segno inconfutabile per la diagnosi.

Sono diversi i motivi che provocano la frattura della zampa del cane, primo tra tutti un trauma molto forte, ma anche un tumore osseo potrebbe provocare lesioni al sistema osseo del nostro amico peloso. Se abbiamo il dubbio che il nostro cane, o quello che abbiamo trovato, possa essersi fratturato la zampa non dobbiamo toccarlo, ma chiamare subito l’esperto.

Ecco quindi quindi quali sono i passaggi da seguire.

Come riconoscere la zampa rotta cane

La frattura della zampa del cane non è poi così differente rispetto a quella umana. Anzi, possiamo sostenere senza dubbio che le due lesioni si somiglino più di quanto non pensiamo. Per riconoscere la zampa rotta del cane, infatti, possiamo controllare il gonfiore della zona e l’eventuale sanguinamento. Non è raro che, in seguito ad un forte trauma, possa esserci anche una ferita molto esposta che lasci intravedere l’osso rotto.

Rispetto agli umani che possono dialogare ed esprimere a parole il proprio disagio e dolore, con il nostro amico a quattro zampe dobbiamo imparare a riconoscere i segnali che ci invia ed essere bravi a dargli subito il giusto sostegno. In seguito alla frattura della zampa, infatti, il cane potrebbe zoppicare per coprire anche brevi distanze e non accettare coccole e massaggi a causa del forte dolore che non gli permette di godere delle nostre attenzioni. Di norma i cani, quando soffrono, tendono a isolarsi e leccarsi le ferite e se notiamo che oltre a questo comportamento la zampa non risponde agli stimoli potrebbe essere un segnale chiaro.

È importante non toccare la zampa rotta del cane poiché la lesione non interessa solo il tessuto rigido, ma anche quello mollo che, con un movimento errato, potrebbe provocare ancora più danni. Inoltre il comportamento remissivo non è sempre indicativo della frattura, potrebbe anche trattarsi di una malattia delle zampe. Ricordiamo che anche i cani hanno un carattere e molti potrebbero reagire al dolore con aggressività a causa della paura provocata dal dolore.

Cosa fare in caso di frattura della zampa del cane

Come abbiamo detto, la prima cosa da non fare quando pensiamo di trovarci dinnanzi alla zampa rotta del cane, è quella di agire in autonomia. È invece preferibile chiamare subito un veterinario o recarci alla clinica più vicina. Solo l’esperto potrà infatti intervenire in modo adeguato sul nostro amico peloso.

La procedura cambia sulla base del cane e dalla gravità della lesione. In qualche caso potrebbe essere necessario immobilizzare completamente la zampa, in altri sarà sufficiente il riposo assoluto che dovremo supervisionare con costanza. Anche il nostro amico potrebbe necessitare del gesso o addirittura di un intervento chirurgico, ma niente che lo specialista non possa risolvere.

Il fatto re davvero importante in questi casi è la tempestività. L’arto rotto potrebbe infatti provocare danni davvero seri nel nostro amico, ecco perché, anche se dovessimo assistere ad un incidente di un cane randagio o notiamo qualcosa di strano in uno di questi, è necessario agire senza temporeggiare.

La convalescenza e il recupero

In seguito alla frattura della zampa del cane potrebbero volerci dalle due settimane ai tre mesi per la completa guarigione, periodo durante il quale il nostro amico peloso dovrà rispettare un regime di riposo assoluto per non incorrere in altri problemi.

L’attenzione è quindi fondamentale e non dobbiamo a tutti i costi voler velocizzare i tempi, proprio come con la frattura di un arto umano. Attendiamo con lui che la ferita sia risanata e, in seguito all’accertamento del medico, seguiamolo nella riabilitazione. Con il nostro amore tornerà a giocare e saltare come prima.

zooplus.it

Lascia un commento